Milano Lambrate stazione

3 luoghi da visitare nel quartiere di Lambrate

A Milano, scegliere il quartiere in cui vivere non è immediato. I quartieri sono più di 80, la città offre quindi opzioni diverse che riescono ad adattarsi a ogni tipo di esigenza. La zona di Lambrate è, ad esempio, il punto di riferimento per studenti che hanno esigenze diversa da chi cerca casa a Milano a scopo residenziale a lungo termine.

Nato come zona industriale, negli anni Lambrate è stato oggetto di grande rinnovamento. Il quartiere si è ampliato, ha attirato nuovi investimenti e ha accresciuto la propria popolarità grazie agli eventi e ai numerosi locali. La posizione strategica contribuisce a renderlo popolare anche tra le famiglie, oltre che tra gli studenti. Si trova infatti a pochi passi dal centro ed è ricco di servizi e di scuole.

Se non bastassero tutte queste buone ragioni a convincerti che Lambrate è un quartiere in cui valga la pena vivere, ecco altre 3 buone motivazioni:

Parco Lambro

Il quartiere di Lambrate confina con il Parco Lambro, uno dei più grandi di Milano. Per anni, coi suoi oltre novecentomila metri quadrati, è stato il più grande in assoluto. Il Parco prende il nome dal fiume che lo attraversa, il Lambro.

Il progetto del parco appartiene a Enrico Casiraghi, che ha tentato di ricreare il tipico paesaggio lombardo, dalla collina alla pianura. Varie le strutture presenti nel parco, tra cui le cinque cascine:

  • San Gregorio Vecchio, che ospita stalle e fienili
  • Mulino Torrette, che è la sede dell’Associazione Exodus per il recupero dei tossicodipendenti
  • Cassinetta San Gregorio
  • Biblioteca, che è la sede di una comunità per disabili
  • Mulino San Gregorio, che è la sede delle Guardie Ecologiche Volontarie

Il Parco comprende due parchi giochi per bambini, con scivoli e altalene, così come un percorso sportivo nel quale è possibile usufruire delle strutture destinate a chi vuole fare esercizio fisico all’aria aperta, diverse aree cani e due punti ristoro.

All’interno del parco è presente inoltre un’area dedicata agli skater. Uno dei punti di ritrovo del parco è infatti lo skatepark noto come “Lambrooklyn“, il cui uso è del tutto libero e gratuito.

Spazio Ventura XV

Lo Spazio Ventura XV rappresenta il vero e proprio simbolo della riqualificazione del quartiere di Lambrate. La rinascita del quartiere è infatti iniziata negli anni 70, dopo l’abbandono dei capannoni, quando gli architetti Pichler e Mutti scelsero di rivendere gli spazi industriali esclusivamente a chi aveva reali progetti artistici.

Oggi lo Spazio Ventura XV ospita mostre ed eventi in cerca di grandi spazi, come il Fuorisalone della Milano Design Week.

Murales Anti-smog

L’’artista Iena Cruz ha contribuito ad abbellire ulteriormente il quartiere di Lambrate, grazie al murales “Anthropoceano” raffigurato in un edificio di via Viotti (davanti alla stazione di Lambrate). Si tratta di un murales a tema marino capace di assorbire anidride carbonica e depurare l’aria da ogni agente inquinante. L’opera unisce la street art a uno dei temi più delicati dell’ultimo decennio: la sostenibilità e sensibilizzazione sul problema dell’inquinamento da plastica.

Il murales è realizzato con una tipologia di pittura chiamata “Airlite”. Si tratta di una nanotecnologia che è in grado, attraverso la luce naturale e artificiale, di eliminare agenti inquinanti come gli ossidi di azoto, benzene, formaldeide fino all’88%, un’azione equivalente a quella di circa 330 mq ricoperti da alberi ad alto fusto. Le pareti dell’edificio rappresentano dunque un depuratore naturale.

L’intensità dell’assorbimento degli agenti inquinanti dipende dalla quantità di pittura utilizzata e quindi dalla dimensione della parete. La pittura assorbirà l’inquinamento e darà risalto a uno dei quartieri più belli di Milano.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram

Seguici Su Facebook